Untitled Document
 

 

Montecchio Vesponi è un complesso architettonico-monumentale di eccezionale impatto visivo, nonché uno dei castelli toscani meglio conservati e preservati. È situato in Val di Chiana su un’altura (m 363 s.l.m.) della frazione di Montecchio, nella parte sud-orientale del comune di Castiglion Fiorentino.
La posizione centrale rispetto ai più importanti tratti stradali dell'area fa ipotizzare una nascita del castello dovuta alla necessità di controllo degli itinerari che collegavano Arezzo con Cortona, la Val di Chio e l'ampia zona paludosa della Chiana.
Gli scavi archeologici, iniziati nell'estate del 2006, hanno permesso di ricostruire la storia del sito lungo i secoli e di recuperare i resti delle strutture riferibili alle casette dei contadini che hanno qui abitato, almeno a partire dai primissimi anni del XIII secolo.
Intorno al 1384, il castello cadde nelle mani del celebre capitano di ventura inglese Sir John Hawkwood, da noi meglio conosciuto come Giovanni Acuto, giunto in Italia a capo dei mercenari della "Compagnia Bianca".
L' Acuto fece del castello una sua dimora nobiliare e, alla sua morte, la vedova Donnina Visconti lo cedette ai FIorentini.
Solo dopo l'unificazione italiana, il castello passò nelle mani di un nuovo proprietario, il banchiere Giacomo Servadio, che lo restaurò e coronò di merli la cinta muraria. Sua moglie, la cantante lirica Adelaide Cortesi, con il personaggio di Violetta fu colei che decretò il successo della Traviata,fischiata solo un anno prima, al teatro La Fenice di Venezia.
Grazie ai continui lavori di scavo archeologico e di restauro conservativo, questa
"dimora storica"
può ora essere considerata, a pieno titolo, una delle importanti attrazioni dell'intera provincia di Arezzo.

 

Untitled Document

CASTELLO di MONTECCHIO VESPONI 
52043 Castiglion Fiorentino - Arezzo - Toscana - Italia
info@castellodimontecchio.it - C.F. FLRRTT46E65H501P